Nati oggi – Mario Merola

MARIO MEROLA

Mario Merola (Napoli, 6 aprile 1934 – Castellammare di Stabia, 12 novembre 2006) è stato un cantante, attore e compositore italiano.

Era soprannominato il Re della sceneggiata per essere riuscito a dare a questo genere tipicamente regionale una popolarità e una dimensione nazionale e un successo sconosciuto prima, fino a farne un genere cinematografico, rappresentando tutto questo anche fuori dal palcoscenico, riuscendo così a dare un volto alla sceneggiata.

La sua attività artistica non si è limitata all’interpretazione vocale di brani del repertorio della Canzone classica napoletana, ma ha anche giocato un ruolo nella rivalutazione del genere musicale-teatrale della sceneggiata, in auge ai primi del Novecento. Ed è uno tra gli artisti italiani che ha venduto il maggior numero di dischi, anche se le stime di vendita dei suoi dischi non sono precisate nella loro globalità.

Biografia

Mario Merola, figlio del ciabattino del quartiere S.Anna Alle Paludi nasce a Napoli il 6 aprile 1934 alle 19:00 da Giuseppe e Maddalena. Merola ha un’esperienza sportiva nelle giovanili del Napoli nel ruolo di terzino, gioca prima nel Pro Carmelo e poi nel Portugal, la squadra di calcio dei portuali, che gioca in serie C.Intraprende quindi il lavoro di scaricatore di porto; in quella occasione inizia a sviluppare la passione per il canto con l’aiuto del collega Salvatore De Lillo.

Con gli incassi delle prime esibizioni canore riesce a sposare Rosa Serrapiglia, lunedi 6 aprile 1964, dalla quale avrà tre figli: Roberto (organizzatore di eventi musicali), Loredana (casalinga) e Francesco, cantante anche lui, che negli ultimi anni ha accompagnato il padre in moltissime occasioni, tra queste l’esibizione al Festival di Napoli nel 2001, dove vinsero il primo premio con il brano L’urdemo emigrante. Proprio Francesco è stato battezzato dal grande amico di Mario, Franco Franchi, di cui porta anche il nome.

Mario Merola era molto devoto di Padre Pio da Pietrelcina. Nel 1961, durante una tournée in Puglia, insieme ad un famoso paroliere, lo incontrerà.

Mario Merola era un grande appassionato del Festival di Sanremo, infatti faceva parte del pubblico ogni anno.

Ciro Ippolito, il produttore, sceneggiatore e spesso attore e regista dei film di Merola, in occasione dell’uscita dell’autobiografia di quest’ultimo, ha raccontato un fatto accaduto durante le riprese del film Il mammasantissima. Nel novembre 1979, mentre si girano alcune scene del film, si fa largo tra la gente una signora anziana e in brutte condizioni di salute che sotto al braccio della figlia, si mette in prima fila, nessuno fa caso a lei, nemmeno Merola, che, saluta tutti e che accetta un bacio e un abbraccio dalla signora.6c-Mario Merola l'eroe della sceneggiata Ippolito che invece, aveva fatto caso alla signora, cerca di saperne di più. La vecchietta aveva un male incurabile e, aveva chiesto alla figlia di vedere, prima di morire, Mario Merola, infatti questi le “faceva compagnia”, “alleviando i suoi dolori” con le sue canzoni e i suoi film.

Carriera

La prima esibizione in pubblico di Merola avviene per caso, agli inizi degli anni sessanta: da poco era suonata la sirena della pausa pranzo al porto di Napoli e Merola, insieme a dei colleghi scaricatori, si diresse nella piazzetta nei pressi della chiesa di Sant’Anna alle Paludi per assistere alla festa in occasione del festeggiamenti della Madonna. Il cantante che si doveva esibire, Mario Trevi, arrivò alla manifestazione con una decina di minuti di ritardo. In quell’attesa i colleghi di Merola lo invogliarono a salire sul palco ed esibirsi, per la prima volta, d’innanzi a un pubblico.Mario_Merola_e_Nunzio_Gallo_dal_film_Napoli..._serenata_calibro_9

Debutta al cinema nel 1973 con il film Sgarro alla camorra, con la regia di Ettore Maria Fizzarotti. Continuerà dal 1978, quando verrà chiamato dal regista Alfonso Brescia e da Ciro Ippolito per interpretare tre film: L’ultimo guappo, Napoli… serenata calibro 9, e Il mammasantissima, film d’azione che intrecciano il nuovo filone del poliziottesco alla tradizione della sceneggiata napoletana. Interpreta i ruoli del boss e del guappo, mentre nei drammi più tradizionali incarna le figure di padri e mariti alle prese con tradimenti di vario genere, come in Napoli… la camorra sfida e la città risponde e I contrabbandieri di Santa Lucia diretti da Alfonso Brescia e Sbirro, la tua legge è lenta… la mia no! e Da Corleone a Brooklyn, dove fa coppia con Maurizio Merli.Gli schiaffi che Mario Merola dava nei suoi film erano per la maggior parte veri; per esempio, in Giuramento Merola dà uno schiaffo al “malamente” Ricky, facendolo schiantare tra delle casse di Coca Cola.Le sue cine-sceneggiate, oltre ad avere avuto successo in Italia, hanno avuto successo internazionale arrivando ad essere doppiate in inglese, francese, arabo, turco, tedesco.Mario_Merola_e_Beppe_Grillo_(1982)

Nel 1977 Mario Merola ed altri artisti italiani, tra cui Luciano Pavarotti, vengono ricevuti alla Casa Bianca da esponenti politici statunitensi tra cui il presidente Gerald Ford e il segretario di stato Henry Kissinger. Era una festa ufficiale, Merola rappresentava la Canzone classica napoletana e si esibì con le più belle canzoni napoletane per un’ora. Lo stesso Merola raccontò che durante il viaggio in pullman da New York a Washington si sedette vicino a Luciano Pavarotti, e i due iniziarono a parlare di musica napoletana; Pavarotti disse a Merola che, tornati in Italia, avrebbero inciso insieme un disco di canzoni napoletane che avrebbero cantato ad un suo concerto a Modena. Il tutto saltò perché i due artisti, pur non sapendolo, per la festa alla Casa Bianca avevano preparato le stesse canzoni, e quindi Pavarotti che si esibì subito dopo Merola si trovo in difficoltà. Da quel momento in poi i due non si incontrarono mai più.

Nel 1978 a Mario Merola fu chiesto il pizzo dalla Camorra, dopo il suo rifiuto, i camorristi spararono sul portone di casa sua. In questa occasione fu aiutato dai Contrabbandieri.

Zappatore
Merola

Tra le sceneggiate portate in teatro da Mario Merola quella che ha lasciato un’impronta di rilievo nella carriera dell’attore è Zappatore, rappresentazione originaria del 1930, diretta da Gustavo Serena, tratta dal brano omonimo scritto da Libero Bovio e musicato dal maestro Ferdinando Albano. Esattamente 50 anni dopo, lasso di tempo in cui la sceneggiata ebbe alterne fortune, il regista Alfonso Brescia decide di riportare al cinema la sceneggiata dirigendo il film Zappatore con Mario Merola, Regina Bianchi e Aldo Giuffrè. Il film registrerà un incasso di sei miliardi di lire.

Proseguono le apparizioni televisivee e gli spettacoli all’estero, in Europa e Nord America, in particolare per il pubblico di origine italiana. È ospite al Festival di Sanremo nel 1981 dove canta il brano Chiamate Napoli 081, nel 1983 dove esegue Facitela Sunna e dove sarà ospite anche in altre occasioni nel corso degli anni. Negli anni ottanta riscuote successo il brano Chiamate Napoli 081, scritto dal maestro Eduardo Alfieri e dal prefetto Giuseppe Giordano, inseritosi tra le canzoni con cui il pubblico lo identifica, insieme a Guapparia e Zappatore.

merola 31_1-Immagini-di--MARIO-MEROLA-O-VENDICATORE-LP-OTTIMO-STATO

Anni duemila

Nel 2003 dà la voce al personaggio di Vincenzone nel film di animazione Totò Sapore e la magica storia della pizza di Maurizio Forestieri. In questi anni si esibisce in tutto il mondo insieme al figlio Francesco, anch’egli interprete e musicista. Verso la fine del 2004 ritorna, dopo 20 anni, a interpretare una sceneggiata: debutta infatti a Napoli con I figli di Libero Bovio.

Il 26 novembre del 2005, insieme ai colleghi Bruno Venturini, Mario Trevi ed Antonello Rondi, viene nominato Cavaliere dell’Ordine di Malta. Nello stesso anno è ospite in molte puntate di Buona Domenica dove recita alcune brevi sceneggiate, si esibisce con Rita Siani nel brano Cu’ mme e presenta Il suo libro Napoli solo andata… Il mio lungo viaggio, scritto con il giornalista Geo Nocchetti.Mario_Merola_e_Maurizio_Costanzo

La scomparsa

Il 7 novembre 2006 Mario Merola viene ricoverato in rianimazione presso l’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia dopo aver mangiato delle cozze crude. Domenica 12 novembre intorno alle 21 morirà per arresto cardiocircolatorio, nello stesso ospedale.I funerali si svolgono due giorni dopo, a Napoli, nella Basilica di Santa Maria del Carmine Maggiore (la stessa dove Merola si era sposato e anche la stessa in cui venne celebrato nel 1967 il funerale di Totò). Durante l’omelia, celebrata da padre Alfredo Di Cervo, il parroco ha detto: La vita di Merola è stata vissuta e cantata nei suoi colori più umani, il Signore avrà accolto in Paradiso Mario, anche per ogni volta che le sue note hanno toccato il cuore di qualcuno, aiutando a scegliere la pace e il bene.

Festival di Sanremo

1994 – Una Vecchia Canzone Italiana (Stefano Jurgens – Marcello Marrocchi)

Album in studio
33 giri

1967 – Mario Merola (Zeus, BE 0015)
1967 – Mario Merola (Zeus, BE 0016)
1970 – 6 sceneggiate cantate da Mario Merola (Zeus, TM 55460)
1972 – Cumpagne ‘e cella, Mario Trevi – Mario Merola (West records, WLP 104)
1972 – Passione eterna (West Records, WLP 101)
1973 – Volume primo (Hello, ZSEL 55404)
1973 – Volume secondo (Hello, ZSEL 55405)
1973 – Canzoni ‘nziste (Rifi variety record, ST 19154)
1975 – Vol. 5° (Hello, ZSEL 55441)
1975 – Eternamente tua (Storm, TM 55402)
1976 – Volume quarto (Zeus, ZSV BS 3022)
1977 – Legge d’onore (Lineavis, LV 3376)
1978 – Canta Napoli (Record, LP)
1978 – 6 sceneggiate (Storm, TM 55474)
1980 – Zappatore sceneggiata (Hello, ZSEL 55466)
1980 – ‘A dolce vita (Lineavis, LV 3302)
1981 – Chiamate Napoli 081 (Storm)
1982 – Carcerato (Storm, TM 55474)
1982 – ‘O rre da sceneggiata (Storm, TM 55477)

CD

1973 – Mario Merola e Giulietta Sacco (Zeus Record)
1975 – ‘O Clan de napulitane
1978 – Mario Merola canta Libero Bovio
1979 – Ave Maria (D.V. More Record)
1980 – Zappatore (D.V. More Record)
1985 – Passione eterna (Video Sound Market, CD 730)
1989 – ‘O mare ‘e margellina (Zeus Record, ZS 0052)
1990 – Cuore di Napoli (D.V. More Record)
1993 – ‘A sciurara (Zeus Record, ZS 0222)
1993 – Quattro mura (Alpha Records, CD AR 7052)
1994 – Trasmette Napoli (Mea Sound, SIAE CD 303)
1994 – Una vecchia canzone italiana (con il gruppo Squadra Italia) (Pravo Music)
1994 – Tangentopoli (Mea Sound, MEA CD 351)
1997 – Chiamate Napoli… 081 (D.V. More Record)
1997 – ‘E figlie… (D.V. More Record)
1997 – Lacrime napulitane (D.V. More Record)
1997 – Carcerato (D.V. More Record)
1997 – Guapparia (D.V. More Record)
1998 – Malommo (Replay)
2000 – Guaglione ‘e malavita – Mario Merola e Pino Mauro
2001 – Malavicina (Mea Sound, MEACD 112)
2004 – Auguri vita mia (Mea Sound)
2005 – Gelosia (D.V. More Record)
2005 – Dicite all’avvocato

Album dal vivo

2004 – Mario Merola 40-45-70 (D.V. More Record)
2005 – Merola insieme (con il figlio Francesco) (Mea Sound)

Raccolte e partecipazioni
Raccolte

1988 – Ciao paisà (D.V. More Record)
1990 – 14 successi (Duck Records)
1991 – Tutto Merola vol. 1 (Bideri)
1991 – Tutto Merola vol. 2 (Bideri)
1999 – Melodie napoletane (D.V. More Record)
2000 – Tutto Merola vol.1/I grandi classici (Bideri)
2000 – Tutto Merola vol.2/I grandi successi (Bideri)
2001 – Quattro mura (Fonotil)
2002 – Disco d’oro vol. 1 (D.V. More Record, MRCD 4269)
2002 – Disco d’oro vol. 2 (D.V. More Record, MRCD 4270)
2002 – Da Napoli con amore (D.V. More Record)
2003 – Malommo (Replay Music)
2003 – Napoli – Antologia della canzone napoletana (Retro Gold)
2004 – Chella de rrose (D.V. More Record)
2004 – Mario Merola contiene medley (D.V. More Record)
2004 – Cient’anne (D.V. More Record)
2004 – Mario Merola – Storia della canzone napoletana (Retro Gold)
2004 – Mario Merola canta Napoli (Joker)
2005 – I protagonisti vol. 2 (D.V. More Record)
2005 – ‘A peggio offesa sta ‘ncoppa all’onore (Nuova Canaria)
2005 – Bella Napoli vol. 2 (D.V. More Record)
2005 – Numero 1 (D.V. More Record)
2005 – Cinematografo (MR. Music)
2005 – I miei festival di Napoli (Cristiani Music Italy)
2005 – Napoli ieri e oggi (D.V. More Record)
2005 – ‘A Fede (D.V. More Record)
2005 – Disco oro (MR Music)
2005 – Due in uno: La sceneggiata Mario Merola & Nino D’Angelo (Nuova Canaria)
2005 – Napoli (D.V. More Record)
2005 – A città ‘e Pulecenella – Tangentopoli (MR Music)
2005 – Collezione (Disco Più)
2005 – Quatt’anne ammore (D.V. More Record)
2005 – O’Rre da sceneggiata (MR Music)
2005 – Napule ca se ne va (MR Music)
2005 – Mario Merola the classic collection (Azzurra Music)
2006 – Carosello napoletano (MR Music)
2006 – Giuramento (Duck Record)
2006 – Napoli prima e dopo 45 successi – Mario Merola, Nino D’Angelo, Gigi D’Alessio (D.V. More Record)
2006 – I grandi successi (Music Time)
2006 – Bar Napoli (Mediane)
2007 – Core ‘e Napule Mario Merola & Nino D’Angelo (Saar Srl, Cd 8525)
2007 – Antologia sonora della canzone napoletana – cofanetto 2 (Phonotype, SFN3 2072)
2007 – Antologia sonora della canzone napoletana – cofanetto 3 (Phonotype, SFN3 2073)
2007 – Antologia sonora della canzone napoletana – cofanetto 4 (Phonotype, SFN3 2074)
2007 – Antologia sonora della canzone napoletana – cofanetto 5 (Phonotype, SFN3 2075)
2007 – Antologia sonora della canzone napoletana – cofanetto 7 (Phonotype, SFN3 2077)
2007 – Antologia sonora della canzone napoletana – cofanetto 8 (Phonotype, SFN3 2078)
2007 – Antologia sonora della canzone napoletana – cofanetto 9 (Phonotype, SFN3 2079)
2007 – Antologia sonora della canzone napoletana – cofanetto 13 (Phonotype, SFN3 2083)
2007 – Antologia sonora della canzone napoletana – cofanetto 14 (Phonotype, SFN3 2084)
2007 – Antologia sonora della canzone napoletana – cofanetto 15 (Phonotype, SFN3 2085)
2008 – ‘A collezione 1 – ‘O mare ‘e margellina, Zeus Record.
2008 – Malu Figlio – Mario Merola & Pino Marchese (Nuova Canaria)
2008 – Amori e tradimenti (Nuova Canaria)
2008 – So’ nnato carcerato (Nuova Canaria)
2009 – La tradizione. La sceneggiata (Lucky Planets)
2009 – I miei successi (Zeus Record)
2010 – Canta Napoli 10 (Joker)
2010 – Il meglio di Mario Merola (Joker)
2010 – Senza guapparia (Fonotil)
2010 – Cinematografo (Phonotype, CD 0240)
2011 – Viva Napoli vol. 3 (Phonotype, CD 0035)
2013 – Le sceneggiate di Mario Merola (Replay Music)

Partecipazioni

1992 – Futtetenne (Sony), di Cristiano Malgioglio, con il brano Futtetenne (Carlos – Malgioglio)
1992 – Lasciatemi cantare (G.D.S.), di Gigi D’Alessio, con il brano Cient’Anne (D’Alessio – D’Agostino)
2004 – Get another rum (EMI Music), de I Corleone
2005 – Carmè (D.V. More Record), di Gigi D’Alessio, con il brano Cient’Anne (D’Alessio – D’Agostino)
2006 – Dedicanto (Duck Records), di Francesco Merola, con i brani Sotto lo stesso Cielo, Cient’Anne (D’Alessio – D’Agostino) e L’urdemo emigrante (V. Campagnoli – G. Campagnoli – M. Guida – G. Quirito)
2006 – Addò me porta o core (D.V. More Record), di Gigi D’Alessio, con il brano Cient’Anne (D’Alessio – D’Agostino)

Singoli
45 giri

1963 – Malufiglio/L’urdemo avvertimento (Deafon, CT 001)
1963 – Scugnezziello/’O primmo giuramento (Deafon, CT 004)
1963 – So’ nnato carcerato/Quatt’anne ammore (Phonotris, CS 5001)
1963 – Femmena nera/L’ultima buscia (Phonotris, CS 5002)
1963 – Dicite all’avvocato/Nun ce sarrà dimane (Phonotris, CS 5007)
1963 – Quatto mura/Gelusia d’ammore (Phonotris, CS 5008)
1963 – Se cagnata ‘a scena/Amici (Phonotris, CS 5009)
1963 – ‘O primmo giuramento/Scugnezziello (Phonotris, CS 5010)
1963 – L’urdemo bicchiere/Velo niro (Phonotris, CS 5019)
1963 – Tu me lasse/Malommo (Phonotris, CS 5020)
1964 – Malommo/Tu me lasse (Zeus, BE 117)
1964 – ‘A fede (l’urdemo bicchiere)/Velo niro (Zeus, BE 118)
1964 – Canciello ‘e cunvento/Dduje sciure arancio (Zeus, BE 121)
1964 – Rosa ‘nfamità/Nu poco ‘e tutte cose (Zeus, BE 125)
1964 – Doce è ‘o silenzio/’Mbrellino ‘e seta (Zeus, BE 126)
1964 – Suonno ‘e cancelle/Ddoje vote carcerato (Zeus, BE 132)
1964 – ‘O zampugnaro/Acale ‘e scelle (Zeus, BE 133)
1964 – Te chiammavo Maria/Schiavo senza catene (Zeus, BE 134)
1964 – ‘A sciurara/Se ne ghiuta (Zeus, BE 137)
1965 – Tu stasera sì Pusilleco/T’aspetto a maggio (Zeus, BE 144)
1965 – Legge d’onore/Parola d’onore (Zeus, BE 148)
1966 – ‘Nu capriccio/’A prucessione (Zeus, BE 178)
1966 – L’ultima ‘nfamità/Carmela Spina (Zeus, BE 179)
1966 – Canzona marinaresca/’Nu capriccio (Zeus, BE 180)
1966 – Scetate/’O zampugnaro (Zeus, BE 181)
1966 – Core furastiero/Carmela Spina (Zeus, BE 182)
1966 – Pusilleco addiruso/L’ultima ‘nfamità (Zeus, BE 183)
1966 – ‘O mare ‘e Margellina/Surdate (Zeus, BE 184)
1966 – Canzona marinaresca/Pusilleco addiruso (Zeus, BE 185)
1966 – Femmene e tammorre/Dipende a te (Zeus, BE 188)
1966 – Ciento catene/Tengo a mamma ca m’aspetta (Zeus, BE 189)
1966 – E bonanotte ‘a sposa/Mamma schiavona (Zeus, BE 195)
1966 – ‘A voce ‘e mamma/Surriento de ‘nnammurate (Zeus, BE 196)
1967 – ‘A bandiera/Senza guapparia (Zeus, BE 199)
1967 – Allegretto…ma non troppo/’E vvarchetelle (Zeus, BE 203)
1967 – Freva ‘e gelusia/N’ata passione (Zeus, BE 204)
1967 – ‘E quatte vie/Luna dispettosa (Zeus, BE 207)
1967 – Dal Vesuvio con amore/Fantasia (Zeus, BE 212)
1968 – Ammanettato/Mamma schiavona (Zeus, BE 221)
1968 – Malaspina/Bonanotte ‘a sposa (Zeus, BE 222)
1968 – Comm’ ‘a ‘nu sciummo/Malasera (Zeus, BE 224)
1968 – Cchiù forte ‘e me/Uocchie ‘e mare (Zeus, BE 225)
1969 – ‘O Milurdino/Signora ‘nfamità (Hello, HR 9022)
1970 – ‘Na santa guapparia/Miracolo d’ammore (Hello, HR 9023)
1970 – Nnammurato ‘e te!/’O giurnale (Hello, HR 9025)
1970 – Chitarra rossa/Salutammela (Hello, HR 9027)
1970 – L’Urdema Carta/Chella d”o terzo piano (Hello, HR 9034)
1971 – ‘A camorra/Amico, permettete! (Hello, HR 9041)
1971 – Stella nera/Cielo e mare (Hello, HR 9056)
1971 – Via nova/Ddoje serenate (Hello, HR 9069)
1971 – Chitarra Tragica/A Montevergine (Hello, HR 9070)
1972 – ‘O Festino/”A Legge (Hello, HR 9079)
1972 – Lacreme Napulitane/Tatonno se nne va (Hello, HR 9082)
1972 – Mamma addò stà/Chiove (Hello, HR 9085)
1972 – ‘A bravura/’A congiura (Hello, HR 9101)
1972 – Passione eterna/’A dolce vita (Arlecchino, ARL 3001)
1973 – Madonna verde/N’ata passione (Storm, SR 703)
1974 – Eternamente tua/Chi s’annammora ‘e te (Storm, SR 713)
1975 – Inferno d’ammore/Vagabondo d’o mare (Edibi, ZEDB 50238)
1981 – Ave Maria/Napoli canta Napoli (Storm, ZTM 50507)

Brani

1992 – Cient’Anne (con Gigi D’Alessio)
1992 – Futtetènne (con Cristiano Malgioglio)
2001 – Ll’urdemo emigrante (con Francesco Merola)
2002 – Si tu papà (con Cinzia Oscar)
2002 – Mamma de vicule (con Giovanna De Sio)
2004 – E’ figli ‘e Napule (con Antonio Ottaiano)
2005 – Cu’ mme (con Rita Siani)

Filmografia
Cinema

Sgarro alla camorra, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1973)
L’ultimo guappo, regia di Alfonso Brescia (1978)
Napoli… serenata calibro 9, regia di Alfonso Brescia (1979)
Il mammasantissima, regia di Alfonso Brescia (1979)
Napoli… la camorra sfida e la città risponde, regia di Alfonso Brescia (1979)
I contrabbandieri di Santa Lucia, regia di Alfonso Brescia (1979)
Da Corleone a Brooklyn, regia di Umberto Lenzi (1979)
Sbirro, la tua legge è lenta… la mia no!, regia di Stelvio Massi (1979)
Zappatore, regia di Alfonso Brescia (1980)
La tua vita per mio figlio, regia di Alfonso Brescia (1980)
Carcerato, regia di Alfonso Brescia (1981)
Lacrime napulitane, regia di Ciro Ippolito (1981)
Napoli, Palermo, New York – Il triangolo della camorra, regia di Alfonso Brescia (1981)
I figli… so’ pezzi ‘e core, regia di Alfonso Brescia (1982)
Tradimento, regia di Alfonso Brescia (1982)
Giuramento, regia di Alfonso Brescia (1982)
Torna, regia di Stelvio Massi (1984)
Guapparia, regia di Stelvio Massi (1984)
Cient’anne, regia di Ninì Grassia (1999)
Sud Side Stori, regia di Roberta Torre (2000)
Come inguaiammo il cinema italiano – La vera storia di Franco e Ciccio, Documentario (2004)

Tv

Un uomo da ridere, miniserie TV (1980)
Corsia preferenziale, film TV (1995)
Un posto al sole, serie TV (dal 1996 al 2000)

Speciale

Mario Merola 40-45-70 (2004)
Merola Day (2004)

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *